back to home Eidgenössische
Koordinationskommission
für Arbeitssicherheit EKAS
back to home
DE FR IT
Letzte Änderung: 20.10.2020
DE FR IT

Principi ergonomici nell’uso delle attrezzature di lavoro

Art. 32a cpv. 2 OPI
Art. 3 , 23 OLL 3
Direttiva CFSL 6512 „Attrezzature di lavoro“, punto 5.2

Per ottemperare alle norme essenziali di sicurezza e salute il datore di lavoro deve tener conto del posto di lavoro e della postura assunta dai lavoratori quando utilizzano le attrezzature di lavoro (più info), nonché dei principi ergonomici (vedi complemento).

Le attrezzature e i posti di lavoro devono essere concepiti in modo tale da consentire al lavoratore di assumere una postura comoda e naturale. In ogni caso, bisognare evitare di lavorare a lungo nelle seguenti condizioni:

  • con la schiena curva e le spalle sollevate
  • con la testa e il busto girati di lato
  • con la colonna vertebrale in posizione laterale
  • con le gambe sollevate, tese o piegate lateralmente
  • senza alcun appoggio durante i lavori di precisione
  • in posizione forzata
  • accovacciati, ricurvi, in ginocchio
  • con le mani sopra la testa
  • in posizione gravosa o affaticante
  • con dolori all’apparato motorio

Se le modalità di lavoro o i processi produttivi non impongono dimensioni prestabilite, la disposizione e l’organizzazione della postazione di lavoro si ispira alle leggi dell’antropometria e della fisiologia. Nell’ergonomia si tiene generalmente conto di una popolazione di circa il 95%. I valori limite sono espressi in percentile. In linea di massima, dal punto di vista della statura, l’ergonomia considera una popolazione che va dal 5° percentile delle donne (solo il 5% delle donne sono più basse) sino al 95° percentile degli uomini (solo il 5% degli uomini sono più grandi). Per le persone che non rientrano in questo campo bisogna trovare soluzioni individuali.

Per quanto possibile è bene ricorrere ad attrezzature di lavoro regolabili in modo da poterle adattare alla corporatura e all’attività dei lavoratori. Se più persone condividono lo stesso spazio, per lavorare in posizione comoda e naturale bisogna ricorrere ad attrezzature di lavoro regolabili. Non tutte le macchine e le superfici di lavoro si possono regolare in altezza. In questi casi una soluzione è regolare in altezza la base di appoggio (pedana).

Nelle attività svolte da seduti bisogna tener conto della lunghezza delle gambe di una persona alta del 95° percentile. Per quanto riguarda il raggio d’azione delle braccia è determinante il valore del 5° percentile. Dato che le attrezzature di lavoro sono concepite per essere utilizzate sia da uomini che da donne, bisogna tener contro dei percentili di entrambi i sessi.

Per ulteriori informazioni vedi complementi.

Complemento: Ergonomia nell'uso delle attrezzature di lavoro
Complemento: Accessibilità; ergonomia al posto di lavoro
Zurück zum Anfang